Energy drink, quale controllo per la salute?

Fonte.

In auto gli Energy Drink più pericolosi dell’alcol?

a cura di Performedia

“Non c’è solo l’alcol a rendere difficile la vita degli automobilisti. Nonostante i controlli degli organi di Polizia siano infatti concentrati sul tasso alcolemico, un recentissimo studio effettuato dall’Automobile Association inglese apre un nuovo fronte, a cui perfino le leggi che regolano la circolazione stradale non sembrano preparate.

Secondo uno studio effettuato dall’Automobile Association inglese, gli automobilisti che fanno uso dei cosiddetti “energy drink” sono una fonte di pericolo maggiore rispetto a quelli con un tasso alcolico fuori controllo.

Il motivo? Rilevamenti medici alla mano, l’effetto “energizzante” si concretizza infatti solo nei primi minuti dall’assunzione della bevanda, ma scatena una successiva e rapida ricaduta della soglia di attenzione, con una sonnolenza immediata.

Come noto, il Codice della Strada prescrive una generica “condizione psico-fisica ottimale” come requisito per la guida, ma non prevede la misurazione della soglia di attenzione senza l’intervento di agenti alcolici. Semplicemente, non costituisce reato.

La necessità di fare chiarezza sugli energy drink e sui loro effetti su i consumatori abituali inizia ad essere un argomento di dominio pubblico, soprattutto in Inghilterra, dove tra il 2002 ed il 2008 c’è stata una impennata delle vendite di queste bevande addirittura del 74%, con un consumo a testa che supera i sei litri annui.

Secondo la ricerca, in Inghilterra tra il 2002 ed il 2008 c’è stata una impennata di vendite di energy drink di oltre il 74%, con un consumo a testa che supera addirittura i sei litri annui.

Un vero fenomeno sociale, su cui imperversano da tempo le discussioni sul piano medico e farmacologico.

Non più tardi dello scorso febbraio, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa) ha adottato un parere sui due ingredienti principali usati nelle bevande energetiche: la “Taurina” e il “d-Glucuronolattone”.

Il gruppo di esperti ha esaminato la sicurezza di queste due sostanze in quanto componenti di bevande energetiche e non delle bevande stesse, che contengono diverse combinazioni di un certo numero di sostanze. L’esposizione a “Taurina” e “d-Glucuronolattone” attraverso un consumo abituale di bevande energetiche non desta preoccupazioni dal punto di vista della sicurezza.

Esisterebbe infatti un sufficiente margine di tranquillità solo per i consumatori che utilizzino fino ad una lattina e mezza al giorno.

La Taurina e il d-Glucuronolattone sono sostanze naturalmente presenti negli alimenti nonché normali metaboliti nell’organismo umano. Tuttavia vengono entrambe utilizzate in concentrazioni nettamente più elevate nelle bevande energetiche.

E’ stato infatti confermato che un utilizzo eccessivo e cronico di Taurina, il loro ingrediente principale, sia causa di ipertensione e problemi gastrointestinali anche gravi.

Tra gli ingredienti colpevoli troviamo anche la caffeina, che assunta in dosi abbondanti provoca contrazioni muscolari, anomalie del battito del cuore ed un forte calo della capacità di reazione. “

G.Giannetti

Martedì Ottobre 6


Ho presenziato per alcuni mesi in un paio di classi di un Istituto Tecnico Industriale: il consumo delle bevande energy-drink da parte dei ragazzi a scuola iniziava sin dalla prima ora del mattino.

La cosa scandalosa è che il bar posto all’interno dell’istituto scolastico le vende ai ragazzi senza essersi posto il problema. Inoltre, non mi risulta che nessuno tra il personale scolastico preposti a vario titolo sulle necessità scolastiche, dirigente scolastico e coordinatori vari, si sia mai preoccupato dell’attività di vendita del bar suddetto.


Vai alla HOMEPAGE


Energy drink, quale controllo per la salute?ultima modifica: 2009-10-06T12:55:37+02:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Energy drink, quale controllo per la salute?

  1. Io sono studente all’università. Bevo energy drink quando sono sotto esame, funziona. è molto più piacevole del caffè (per me).
    Credo che sia la solita campagna contro gli energy drink…quante ce ne sono state fino ad ora? UN MILIARDO???? non capisco come mai. E’ logico che se mi ubriaco e mi metto alla guida le conseguenze sono che mi schianto!ma avete mai provato voi a bervi un energy drink a fine serata senza aver bevuto cose alcoliche e poi mettervi alla guida?? Altro che dormire..

  2. Forse sfugge a molti la differenza tra la capacità di reazione e il dormire; stare svegli non significa essere reattivi agli imprevisti. E’ vero che prendere caffè aiuta a stare svegli, ma troppi caffè provocano effetti secondari, come contrazioni muscolari, anomalie del battito del cuore e un forte calo della capacità di reazione.

    Forse sfugge a molti che il troppo stroppia; aumentare, con artifizi, in modo considerevole la concentrazione di sostanze comunemente presenti negli alimenti non fa bene; perché, altrimenti, diremmo che ciò che fa madre natura è inceccepibile, che va a favore degli esseri viventi e non viventi. Il nostro organismo è biologico, non è creato dall’uomo…

    “In medio stat virtus”, valeva ieri, vale oggi a maggior ragione!

Lascia un commento