Più cura per l’ambiente migliora la nostra qualità di vita.

Fonte.

» 2009-06-06 13:27
Sei mln italiani allergici al sole
Aumenta intolleranza, colpa degli stili di vita
allergia_sole-ef9e4286178ddba147d8b992f7c42677.jpg (ANSA) – ROMA, 6 GIU – Aumentano gli italiani intolleranti al sole per colpa dell’ozono e dei nuovi stili di vita. Dal 2000 il numero di casi e’ raddoppiato. Lo rivelano i dati che saranno presentati al congresso della Societa’ di Dermatologia medica (SIDeMaST). A soffrirne a vario livello sono sei milioni di italiani, piu’ colpite le giovani donne. I sintomi sono evidenti: dopo pochi minuti al sole la pelle si arrossa e si riempie di vescicole.

Proprio non ce ne facciamo una ragione della gravità della situazione in cui si trova l’ambiente.

Un pò di cremina solare sulla pelle, magari di marca ritenuta -su quali basi?- più idonea e meno dannosa (!?) per la pelle per salvarsi da eventuali irritazioni cutanee, per risolvere l’esposizione ai raggi solari. Una cremina solare per un piccolo problema, senza rendersi conto di un problema talmente grosso che avanza a nostra insaputa…in realtà, non vogliamo rendercene conto.

Su consiglio del dermatologo di turno intervistato all’uopo in tv, si corre ad accaparrarsi di una ben determinata marca di crema solare…ci si fida…non si legge nemmeno l’etichetta che riporta i componenti che costituiscono la crema solare.

Ci acculturiamo, o pensiamo di acculturarci, imparando i fototipi –sulla stregua, dimmi che cosa mangi e ti dirò chi sei– per scegliere la crema solare più adatta.

Alcuni prodotti non sono all’altezza? E dove sono i controlli? Si pensa di eliminare prodotti ritenuti poco affidabili semplicemente ignorandoli o forse occorre un’istituzione, in grado di lavorare senza clientelismi e favoritismi, perché la salute delle persone sia al riparo da prodotti scadenti?

Potremo mai proteggerci dall’azione dei raggi solari, più pericoloso a causa dell’ozono e dell’inquinamento ambientale, scegliendo prodotti cosmetici? Forse sarebbe meglio scegliere un’azione combinata: più attenzione e fatti per contenere i cambiamenti climatici dovuti alla nostra cecità nel guardare nel piccolo e non nel generale, e più ricerca medica, non cosmetica, a salvaguardia delle malattie della nostra pelle.

Più cura per l’ambiente migliora la nostra qualità di vita.ultima modifica: 2009-06-06T14:54:00+02:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento