Disposizioni etiche d’oltrevita.

Fonte.

» 2009-02-19 19:15
Testamento biologico: no di Englaro
‘Questo testo toglie ogni diritto, su vita decida chi la vive’
(ANSA) – ROMA, 19 FEB – La legge sul testamento biologico che si va ad approvare’ ‘e’ una vera e propria barbarie’. Cosi’ Beppino Englaro, il papa’ di Eluana. A suo giudizio e’ una legge ‘assurda,incostituzionale contro cui i cittadini devono far sentire la loro voce,scendere a manifestare’. Per Beppino Englaro ‘i cittadini hanno idee piu’ chiare dei parlamentari e devono tutelare i propri diritti fondamentali che la legge mette in discussione.La decisione sulla propria vita deve essere affidata a chi la vive’.

E sull’aggettivo biologico già appare una stortura.

Biologico agg. [pl. m. -ci]
1 di, relativo alla biologia: ciclo, ambiente biologico
2 che concerne materiale organico: fossa biologica; guerra biologica

Organico agg. [pl. m. -ci]
1 (non com.) che è dotato, che è costituito di organi: corpi organici, quelli degli esseri viventi
2 (estens.) che è proprio o si riferisce agli esseri viventi in quanto dotati di organi: il mondo, il regno organico, che comprende vegetali e animali | materia organica, quella costitutiva degli organismi viventi

vita 1 s. f.
1 lo stato di attività naturale di un organismo che mette in moto e coordina le funzioni inerenti alla sua conservazione, sviluppo e riproduzione ,

ove

Coordinare v. tr. [io coórdino ecc]
1 raccogliere, organizzare insieme a un fine determinato: coordinare le idee, gli sforzi


Testamento biologico: sembra quasi un testamento che dispone sull’utilizzo dei propri organi, una volta che l’essere umano non sia più in grado di esercitare funzioni di conservazione, sviluppo e riproduzione. Al contrario, è un qualcosa di più: rende nota l’attuazione etica dell’essere umano, cui lo Stato dovrà attenersi.

Disposizioni etiche d’oltrevita, invece di testamento biologico.

Sul lato diametralmente opposto, l’eutanasia,

Eutanasia s. f. morte indolore provocata per porre fine alle sofferenze di un malato inguaribile,

è indiscutibilmente da condannare in toto, poiché è una richiesta fatta da chi è ancora in vita, cioè lo stato di attività naturale di un organismo che mette in moto e coordina le funzioni inerenti alla sua conservazione, sviluppo e riproduzione, a qualcun altro a commettere omicidio.


LA SACRA BIBBIA
Edizione CEI

Mt 13:58| [58] E non fece molti miracoli a causa della loro incredulità.

Mc 6:6|[5] E non vi potè operare nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi ammalati e li guarì. [6] E si meravigliava della loro incredulità.


Essere padroni della propria vita e delle proprie scelte: anche Colui che tutto può si arrese di fronte a chi non accettava i suoi prodigi. Perché, dunque, non accettare


Le posizioni etiche attuali, ispirate dalla Bibbia, poggiano sui principi di inviolabilità della vita umana, sulla dignità di ogni persona in quanto creata ad immagine e somiglianza di Dio e sulla dignità ed il valore salvifico della sofferenza liberamente accettata ed offerta.


Anche la Costituzione Italiana è chiara.


Fonte.

Art. 20.

Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d’una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative, né di speciali gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni forma di attività.


che si ricollega egregiamente ai versetti della Bibbia sopra riportati. D’altronde, laici o meno, coloro che misero in piedi la Costituzione Italiana il 1 gennaio 1948 erano inconsapevolmente intrisi di quegli insegnamenti della Buona Novella così attuali e pienamente applicabili, se lo si vuole.

Una ossservazione. I moderati non sono coloro che mediano tra diverse fazioni, che ricercano nuove posizioni di compromesso, dunque una cornice ideologica non troppo definita nella quale vengono categorizzati i partiti che si collocano al mezzo dello schieramento politico e che si fanno promotori di una posizione intermedia nella scala da destra a sinistra in campo socio-economico. Se, dunque,


Fonte.
Il cristianesimo democratico è un termine che, in senso lato, può riferirsi all’impegno politico democratico da parte dei cristiani e, in un senso più ristretto e di più comune uso, si riferisce ad un movimento e ad un’ideologia politica dai tratti molto variegati.
I cristiani democratici sono, in genere, conservatori sotto il profilo dei costumi e dell’etica tradizionale e, dunque, in gran parte sono contrari all’aborto e al matrimonio omosessuale, anche se in alcuni casi (le correnti democristiane dell’UDF in Francia) ne hanno spesso accettato o perfino promosso la legalizzazione, seppure con certi limiti. I partiti democristiani si ergono spesso a difensori dell’eredità cristiana, legandola all’identità e unità nazionale, anziché adottare una posizione più equidistante dalle singole fedi, come è tipico del liberalismo, della socialdemocrazia e del conservatorismo aconfessionale.


che senso ha ritenere di risolvere <<…il nodo dell’idratazione e nutrizione artificiale, che divide chi le ritiene obbligatorie e chi chiede che possano essere rifiutate, affidando la soluzione del problema al confronto tra medico curante e fiduciario.>>? Quale eredità cristiana senza Vangelo?

Inoltre. Ci si pensa alle convinzioni etico-scientifiche dei medici? Già in materia di aborto è successo, e continua succedere, il finimondo sulla base dello slogan obiezione di coscienza, della propria conoscenza personale bypassando quella del malato: donne, come entità di esseri umani svincolati da ideologie, non potrà esercitare il diritto all’aborto davanti a un medico obiettore di coscienza sacrosanta, sono costrette a trasferirsi, condizioni economiche permettendo, stante la sua situazione medica precaria che, invece, le dovrebbe assicurare in primis l’assistenza sanitaria, in altra unità ospedaliera ove operino medici di altra convinzione etica. E ancora: <<confronto tra medico curante e fiduciario>> non è il solito tira e molla che finisce sui giornali e attira indagini di procure e dibatttici politici? E non si pensa alle convinzioni etiche dei fiduciari, a cui si affiderà tramite il testamento biologico il destino del nostro corpo organico.

Dal punto di vista scientifico si è ancora in altro mare:  indagini all’avanguardia (fMRI) utilizzate male e ricerca di base poco sponsorizzata.

Disposizioni etiche d’oltrevita.ultima modifica: 2009-03-01T14:15:00+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento