USA: esportano la democrazia e importano l’assistenza sanitaria.

Fonte.

Usa: Obama Tassera’ Ricchi, Servono 634 Mld Per Sanita’

Continua a leggere questa notizia

(AGI) – New York, 26 feb. – Piu’ tasse sui redditi alti per una riforma sanitaria che dovra’ essere finanziata con 634 miliardi di dollari (498 miliardi di euro) per i prossimi 10 anni. E’ questo il piano di Barack Obama, anticipato dal “New York Times” alla vigilia della presentazione della prima proposta di legge di bilancio. Una somma, quella messa sul piatto dall’Amministrazione Obama, che secondo gli esperti equivale a meta’ di quella necessaria per garantire l’assistenza sanitaria a tutti gli americani. La ricetta del presidente americano e’ un mix di riduzioni fiscali per il ceto medio (redditi inferiori ai 250mila dollari l’anno) e un aumento della pressione fiscale per i piu’ abbienti. Il “New York Times” non ha pero’ precisato l’ammontare di questi interventi. E’ prevista anche un’estensione oltre il 2010 dello sconto fiscale di 400 dollari all’anno previsto dal piano di stimolo approvato due settimane fa. Obama nei giorni scorsi ha assicurato che la sua manovra ridurra’ il deficit americano di quasi due terzi nell’arco di quattro anni, portandolo dagli attuali 1.500 miliardi di dollari a 533 miliardi di dollari nel 2013. –


Il recupero di circa 500 miliardi di euro per garantire l’assistenza sanitaria negli Stati Uniti avverrà aumentando la pressione fiscale per i più abbienti; stando alle cifre, i più abbienti sono molto ma molto extra stra multi very large abbienti! Da un milione di dollari in su di reddito l’anno. WOW, che che reddito: tutti vorremmo pagare le tasse per quella cifra di introito annuale!

Il ceto medio negli USA ha redditi inferiori a 250000 dollari l’anno: in Italia il ceto medio è andato sparendo sin dal 2002…

In effetti, Sanità per tutti permette alle famiglie di non stipulare assicurazioni per i servizi ospedalieri e medici, per esempio, cosicché quei soldi costituiranno di fatto un introito di denaro fresco mensile per tutte le famiglie americane. Qualche anno addietro qualche politico novello aveva paventato l’idea di introdurre le assicurazioni mediche, a mò degli USA, per dare più gettito alla Sanità Pubblica, impoeverendo di fatto ancora di più le famiglie italiane; poi, non se ne è fatto più niente: per fortuna! Ora sono gli Stati Uniti a fare come noi!

Lo Stato USA si fà l’ente caritatevole che distribuisce ai suoi cittadini -persone fisiche e giuridiche- le risorse comuni secondo le necessità di ognuno, a mò del seguente versetto degli Atti degli Apostoli, 2:44-45:



In Italia con l’introduzione del federalismo fiscale -non nel sentimento della Costituzione del 1 gennaio 1948- tutto rimarrà confinato entro la Regione -in modo tale che i soldi lombardi non vadano a Roma ladrona, lo slogan dei primissimi tempi che non è mai morto, trovando ora una sua collocazione addirittura giuridica- e le Regioni bisognose di incentivi per lo sviluppo economico e sociale rimarrano a secco, in balia della propria povertà, anche se culturalmente più elevate. Il non rispetto dei versetto degli Atti degli Apostoli At. 2:44-45 è indice di poca cultura sociale.

USA: esportano la democrazia e importano l’assistenza sanitaria.ultima modifica: 2009-02-27T11:31:00+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento