Italiani che non conoscono la propria lingua?

Fonte.

» 2009-02-03 18:59
Ibm: phishing, Italia 2/a al mondo
Il 14% delle e- mail proviene dal nostro Paese
phishing_italiano-0956c396524fedc4a744fa215981c5e0.jpg (ANSA) – ROMA, 3 FEB – Il 14% delle e-mail di phishing che circolano nel mondo proviene dall’Italia. A dirlo e’ un rapporto sulle minacce informatiche di IBM.Il colosso informatico colloca l’Italia al secondo posto mondiale come luogo d’origine di questo tipo di attacchi nel 2008. Nella classifica di provenienza delle e-mail di phishing – quelle cioe’ che invitano i destinatari a collegarsi a un sito web falso per rubare loro i dati – l’Italia e’ leggermente dietro la Spagna (15,1%).

Il phishing, questo sconosciuto così temuto, si afferma provenire in larga parte dagli Italiani, che, pare, non conoscano bene la propria lingua o che siano così preparati da poter falsificare gli errori di lingua per farli sembrare provenienti oltre Italia: è come dire che le traduzioni migliori da altre lingue in quella italiana sono quelle letterali; forse, non bisogna tradurre pensando in quella lingua? Come si potrebbe tradurre It rains cats and dogs (piove a dirotto) senza aver un minimo di conoscenza degli idiomi?

idioma s. m. [pl. -mi] (lett.) il linguaggio proprio e particolare di un popolo, di una regione o di un ambiente culturalmente definito: l’idioma italiano | dialetto,…

Seguono alcuni esempi di messaggi di posta elettronica; vengono visualizzate solo le intestazioni, ciò che gli utenti vedono dopo aver appreso i primi rudimenti di informatica. A prima vista, i messaggi sono corretti, dato che, come si sa, ognuno è libero di scegliere il proprio nickname o nome.cognome per la posta elettronica; quindi, le istituzioni bancarie avranno il loro nickname, come bpol o servizionline o info o posta: l’importante è che ve lo comunichino quando siete in sede, davanti a un incaricato ufficiale, meglio se su un biglietto da visita vidimato. A prima vista anche un utente cartasi_informa potrebbe essere ragionevole, ma è proprio sull’essere ragionevole che il phishing attua la sua pericolosità, affiancando anche il dominio più adatto, come @cartasi.it o @poste.it o @bancoposta.it e così via.


Data: Sat, 31 Jan 2009 22:26:56 -0600 [01/02/2009 05:26:56 CET]
Da: BancoPosta <bpol@bancoposta.it> Italia
A: undisclosed-recipients:;
Rispondi-A: bpol@bancoposta.it
Oggetto:

Messagio di posta elettronica !


Data: Sun, 13 Jul 2008 08:25:43 -0400 [13/07/2008 14:25:43 CET]
Da: Gruppo QUI UBI Banca <servizionline@quiubi.it> Italia
A: undisclosed-recipients:;
Rispondi-A: servizionline@quiubi.it
Oggetto: Conto sospeso temporaneo

Si noti la parola Messagio (con una g anziché due) oppure Conto sospeso temporaneo (semmai, Conto temporaneo sospeso oppure Conto temporaneamente sospeso); addirittura, una e-mail proveniente dal webmaster (l’errore di utilizzare come nickname il plurale come webmasters), la persona incaricata di progettare, fare manutenzione e aggiornare il sito web che poco ha a che fare con le operazioni finanziarie delle istituzioni bancarie.

Per esempio, nella mia casella di posta elettronica del 4 febbraio 2009, la seguente e-mail non esisteva; però compare con una data precedente: già questo dovrebbe metterci in allarme, o almeno in guardia e sospetto. Così come l’orario d’invio: il webmasters lavora di notte…


Data: Mon, 19 Jan 2009 04:05:04 +0200 [19/01/2009 03:05:04 CET]
Da: Gruppo Veneto Banca <webmasters@venetobanca.it> Italia
A: undisclosed-recipients:;
Rispondi-A: no-replay@venetobanca.it
Oggetto: Messaggio importante  19/01/2009

Reply-To: <no-replay@venetobanca.it>
Return-Path: <webmasters@venetobanca.it>
Subject: Messaggio importante  19/01/2009
To: undisclosed-recipients:;
X-MSMail-Priority: Normal
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2600.0000
X-MimeOLE:

Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000


Uno dei mittenti più utilizzati è www.poste.it, con i più disparati motivi come oggetto della e-mail. Un esempio è quello che segue, nel quale si nota l’aggettivo valido riferito a tessera.


864 23/01/2009 www.poste.it ATTENZIONE: La tua TESSERA DI SICUREZZA deve essere valido.

Un’analisi appena appena più approfondita rivela il nome di un fantomatico utente delle www.poste.it, il Signor vcqpvb!


Data: Fri, 23 Jan 2009 07:13:31 +0200 [23/01/2009 06:13:31 CET]
Da: “www.poste.it” <vcqpvb@myposte.it> Italia
A: undisclosed-recipients:;
Rispondi-A: vcqpvb@myposte.it
Oggetto: ATTENZIONE: La tua TESSERA DI SICUREZZA deve essere valido.                                             VWJMXORKOO

Ecco il solito linguaggio italiano che di italiano non ha proprio niente. Che cosa si intende per lingua? Utilizzare nomi del vocabolario di quella lingua oppure l’uso appropriato e sensato per comporre frasi a senso compiuto corrette grammaticalmente?

Aggiorni le vostre informazioni di cliente è esprimersi in italiano?

Oppure si vuol far credere che gli hacker italiani prima pensino in una lingua straniera, utilizzino un traduttore online da quella lingua in italiano per potersi camuffare?


878 28/01/2009 eBay.it Aggiorni le vostre informazioni di cliente

Data: Wed, 28 Jan 2009 16:18:59 -0600 [28/01/2009 23:18:59 CET]
Da: “eBay.it” <servizio@ebay.it> Italia
A: undisclosed-recipients:;
Rispondi-A: servizio@ebay.it
Oggetto: Aggiorni le vostre informazioni di cliente

E ancora. Dalla Banca Intesa. Gli strafalcioni in italiano non si contano…


15 23/06/2007 Banca Intesa Accesso non autorizzato di tuoi conto

From: Banca Intesa<servizio@bancaintesa.it>
Message-Id: <E1I26bO-0000jQ-Fg@ruby.uk-dns.com>
Received:
  • … omissis …
  • … omissis …
  • from ruby.uk-dns.com (ruby.uk-dns.com [62.149.35.14]) by … omissis … (Postfix) with ESMTP id B31E412647A for … missis … Vs. nome; Sat, 23 Jun 2007 20:42:08 +0200 (CEST)
  • from nobody by ruby.uk-dns.com with local (Exim 4.66) (envelope-from <nobody@ruby.uk-dns.com>) id 1I26bO-0000jQ-Fg for … omissis … Vs. nome; Sat, 23 Jun 2007 15:28:38 +0100
Return-Path: <nobody@ruby.uk-dns.com>
Subject: Accesso non autorizzato di tuoi conto
To: Vs. email
X-AntiAbuse:
  • This header was added to track abuse, please include it with any abuse report
  • Primary Hostname – ruby.uk-dns.com
  • Original Domain – Vs. dominio
  • Originator/Caller UID/GID – [99 840] / [47 12]
  • Sender Address Domain – ruby.uk-dns.com

Camuffarsi con un indirizzo di posta elettronica -il campo From– non è difficile; quello che comunemente gli hacker non professionisti, quelli, insomma, che fanno danni su commissione a isitutzioni molto importanti, non riescono a modificare è il Message-Id, che viene inserito dal server di posta attraverso il quale transita l’e-mail. Nell’esempio di sopra si nota che, sebbene l’e-mail provenga da un certo ragionevole Signor Banca Intesa<servizio@bancaintesa.it>, ove Banca Intesa è l’identità scelta -nome e cognome generalmente- e servizio@bancaintesa.it è l’indirizzo di posta elettronica con servizio il nickname e bancaintesa.it il server utilizzato per spedire l’e-mail, in realtà l’utente vero è <E1I26bO-0000jQ-Fg@ruby.uk-dns.com>.

Legenda. Si indicherà con nome.cognome il nickname di posta del destinatario (il Delivered-To), quello che ha ricevuto l’e-mail di phishin, e con nome.cognome@vostra.posta l’indirizzo di posta elettronica del destinatario; vostra.posta è il vostro server di posta.

Segue una e-mail un pò più furba. Proviene da bpol@poste.it e inviata a voi, il vostro indirizzo di posta elettronica è nome.cognome@vostra.posta. Anziché stare a perdere tempo sulla veridicità dell’e-mail, un click su Mostra intestazioni per capire meglio; ecco che si scopre che il Message-Id è <200705071842.l47IgXIT006580@mail709.megamailservers.com>, quindi il mittente “Poste Italiane”<bpol@poste.com> è falso, l’email rappresenta un attacco phishing in piena regola, attuato da un utente che ha operato sul server mail709.megamailservers.com


Content-Transfer-Encoding: 7bit
Content-Type: text/html; charset=”Windows-1251″
Date: Tue, 8 May 2007 01:43:12 +0700 [07/05/2007 20:43:12 CET]
Delivered-To: nome.cognome@vostra.posta
From: “Poste Italiane”<bpol@poste.com>
MIME-Version: 1.0
Message-Id: <200705071842.l47IgXIT006580@mail709.megamailservers.com>
Received:
  • from localhost (localhost [127.0.0.1]) by vostra.posta (Postfix) with ESMTP id ED9D41264A3 for <nome.cognome@vostra.posta>; Mon, 7 May 2007 21:11:44 +0200 (CEST)
  • from vostra.posta ([127.0.0.1]) by localhost (vostra.posta [127.0.0.1]) (amavisd-new, port 10024) with ESMTP id fqAAd1cuANhE for <nome.cognome@vostra.posta>; Mon, 7 May 2007 21:11:44 +0200 (CEST)
  • from mail709.megamailservers.com (mail709.megamailservers.com [69.49.98.19]) by vostra.posta (Postfix) with ESMTP id 8C6C512647F for <nome.cognome@vostra.posta>; Mon, 7 May 2007 21:11:44 +0200 (CEST)
  • from User ([61.19.242.172]) (authenticated bits=0) by mail709.megamailservers.com (8.13.6.20060614/8.13.1) with ESMTP id l47IgXIT006580; Mon, 7 May 2007 14:42:36 -0400
Reply-To: <bpol@poste.com>
Return-Path: <bpol@poste.com>
Subject: Per utilizzare i nuovi servizi di Poste.it è necessario identificarsi !
To: undisclosed-recipients:;
X-Amavis-Alert: BAD HEADER Non-encoded 8-bit data (char E8 hex): Subject: … nuovi servizi di Poste.it 350 necessario ide…
X-Authenticated-User: ba55.educationsport.net
X-MSMail-Priority: High
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2600.0000
X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000
X-Original-To: nome.cognome@vostra.posta

Se si prova a notificare il phishing, ecco che cosa vi rispondono: il contenuto è standard, anche se si comunica che ci si è accorti che è una e-mail contraffatta! Anche se abbiamo dato prova di aver riconosciuto il phishing! Eppoi…anche qui, il nickname posta dato all’ufficio Customer Service…un pò più di inventiva, no?


Da: Customer Service Sanpaolo <posta@sanpaoloimi.com>
A: nome.cognome@vostra.posta
Oggetto: R: SEGNALAZIONE E-MAIL contraffatte
Parte(i): Scaricati tutti gli allegati (in file .zip)
Intestazioni: Mostra Tutte le Intestazioni
1 senza nome [text/plain] 1,67 KB Scarica
Multipart/alternative
Parti alternative per questa sezione:  Aiuto
senza nome [text/html] 2,04 KB Scarica
Gentile Signor Cognome,
le confermiamo che la comunicazione da lei ricevuta non proviene dalla
nostra Banca ma si tratta di un tentativo di phishing che abbiamo già
segnalato alle funzioni competenti. Le e-mail di phishing, per loro
natura, vengono spedite automaticamente ad un vasto numero di soggetti,
a prescindere dall’appartenenza degli stessi alla clientela di una
determinata Banca.

In caso di ricezione di e-mail come quella indicata, invitiamo la
clientela a non dar seguito alle indicazioni in esse contenute, a non
attivare eventuali link e ad eliminarla. Maggiori informazioni sulle
possibili truffe on-line e le indicazioni da seguire sono inoltre
pubblicate sul nostro sito, cliccando sul relativo link presente
sull’home page.
Ringraziandola per la sua segnalazione, le porgiamo cordiali saluti.

—– Messaggio originale —–
Da: nome.cognome@vostra.posta

[mailto: nome.cognome@vostra.posta]

Inviato: 25/04/2007 21.54.45
A: Customer Service SanpaoloIMI (posta@sanpaoloimi.com)
Oggetto: SEGNALAZIONE E-MAIL contraffatte
Ho ricevuto una e-mail da Intesa Sanpaolo , chiaramente contraffatta.
Mi segnala che il mio conto e’ sttao sospeso ma io non ho un c/c

presso di voi.


VI ALLEGO IL SORGENTE DEL MESSAGGIO DA CUI SI PUO’ VEDERE CHE E’

PASSATA SU UN mail-server di istruzione.it


Vorrei che segnalaste questo pericolo ai Vs. clienti.

Nome Cognome
__________________________
Vostre informazioni in calce
——————————————————–
NOME: Nome
COGNOME: Cognome

#####211817.

2 disclaimer.txt [text/plain] 1,39 KB Scarica
Il  contenuto  e  gli allegati  di questo  messaggio  sono  strettamente
confidenziali,  e ne sono vietati la diffusione e l’uso non autorizzato.

Le  opinioni  ivi  eventualmente  espresse sono  quelle  dell’autore: di
conseguenza  il  messaggio  non  costituisce  impegno  contrattuale  tra
il Gruppo Sanpaolo  ed  il  destinatario,   e  la  banca  non  assume  alcuna
responsabilita’ riguardo ai contenuti del testo e dei relativi allegati,
ne’ per eventuali intercettazioni, modifiche o danneggiamenti.

Qualora il presente messaggio Le fosse pervenuto per errore,  Le saremmo
grati  se lo  distruggesse e,  via e-mail,  ce ne comunicasse  l’ errata
ricezione all’indirizzo postmaster@sanpaoloimi.com.


Il prossimo esempio di e-mail rappresenta una e-mail un pò più formalmente corretta, ma oramai siamo in grado di capirla. Ecco come ci appare l’e-mail appena arrivata. Il mittente info@poste.it è proprio quello che usa Poste Italiane per comunicare con i clienti.


1 25/04/2007 Poste Italiane Poste Italiane
Data: Tue, 24 Apr 2007 20:43:46 -0500 [25/04/2007 03:43:46 CET]
Da: Poste Italiane <info@poste.it> Italia
A: undisclosed-recipients: ;
Rispondi-A: info@poste.it
Oggetto: Poste Italiane

Un click su Mostra Tutte le Intestazioni e appare chiaro il phishing: la e-mail viene dal dominio mail.com


Content-Transfer-Encoding: 7bit
Content-Type: text/html; charset=”Windows-1251″
Date: Tue, 24 Apr 2007 20:43:46 -0500 [25/04/2007 03:43:46 CET]
Delivered-To: nome.cognome@vostra.posta
From: “Poste Italiane” <info@poste.it>
MIME-Version: 1.0
Message-Id: <20070425014856.31AFA13EAB8@vostro-server-di-posta>
Received:
  • from localhost (localhost [127.0.0.1]) by vostro-server-di-posta (Postfix) with ESMTP id 8DD6813EABB; Wed, 25 Apr 2007 03:49:22 +0200 (CEST)
  • from vostro-server-di-posta ([127.0.0.1]) by localhost (vostro-server-di-posta [127.0.0.1]) (amavisd-new, port 10024) with ESMTP id ZDLm7biNkSMC; Wed, 25 Apr 2007 03:49:22 +0200 (CEST)
  • from mail.com (unknown [63.161.207.222]) by vostro-server-di-posta (Postfix) with SMTP id 31AFA13EAB8; Wed, 25 Apr 2007 03:48:56 +0200 (CEST)
Reply-To: <info@poste.it>
Return-Path: <info@poste.it>
Subject: Poste Italiane
To: undisclosed-recipients: ;
X-MSMail-Priority: High
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2600.0000
X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000
X-Original-To: nome.cognome@vostra.posta

Come nel seguente oggetto dell’e-mail:


14 20/06/2007 Servizio Postemail Manutenzione dei conti Banco Poste

che, con le intestazioni complete, fa capire che l’e-mail arriva dal mail.hi-teck.com, oltre alfatto che il mittente è palesemente falso, banco@italiane.it


Content-Transfer-Encoding: 7bit
Content-Type: text/html; charset=”Windows-1251″
Date: Wed, 20 Jun 2007 11:08:01 -0500 [20/06/2007 18:08:01 CET]
Delivered-To: nome.cognome@vostra.posta
From: “Servizio Postemail”<banco@italiane.it>
MIME-Version: 1.0
Message-ID: <auto-000001392003@hi-teck.com>
Received:
  • from localhost (localhost [127.0.0.1]) by vostra.posta (Postfix) with ESMTP id 64D3612655E for <nome.cognome@vostra.posta>; Wed, 20 Jun 2007 21:24:49 +0200 (CEST)
  • from vostra.posta ([127.0.0.1]) by localhost (vostra.posta [127.0.0.1]) (amavisd-new, port 10024) with ESMTP id vDdJXOE-VDHM for <nome.cognome@vostra.posta>; Wed, 20 Jun 2007 21:24:49 +0200 (CEST)
  • from hi-teck.com (mail.hi-teck.com [206.114.160.10]) by vostra.posta (Postfix) with ESMTP id A7C3212655B for <nome.cognome@vostra.posta>; Wed, 20 Jun 2007 21:24:47 +0200 (CEST)
  • from [24.73.225.90] (account info@jerkyjunction.com HELO User) by hi-teck.com (CommuniGate Pro SMTP 4.2.10) with ESMTP id 1392003; Wed, 20 Jun 2007 08:10:36 -0700
Received-SPF: none receiver=hi-teck.com; client-ip=24.73.225.90; envelope-from=banco@italiane.it
Return-Path: <banco@italiane.it>
Subject: Manutenzione dei conti Banco Poste
To: undisclosed-recipients:;
X-MSMail-Priority: Normal
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2600.0000
X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000
X-Original-To: nome.cognome@vostra.posta

L’italiano pecca in tutto e per tutto, almeno a credere che un italiano non usi la propria lingua per qualche strano motivo. Ma se vuole avere successo, deve essere convincente!

Il diavolo non si mostra con corna e coda, ma con un abito elegante…quindi, evita poca professionalità se scrive come segue.

15 23/06/2007 Banca Intesa Accesso non autorizzato di tuoi conto

Il prossimo esempio riposta un’e-mail contraffatta meglio. L’intestazione che si vede è:


1 25/04/2007 Poste Italiane Poste Italiane

ma risulta ovvio che è phishing!


Data: Tue, 24 Apr 2007 20:43:46 -0500 [25/04/2007 03:43:46 CET]
Da: Poste Italiane <info@poste.it> Italia
A: undisclosed-recipients: ;
Rispondi-A: info@poste.it
Oggetto: Poste Italiane
Priorità:

Priorità alta 1

Parte(i):
1 senza nome [text/html] 3,26 KB Scarica
Intestazioni: Mostra Tutte le Intestazioni

 

Content-Transfer-Encoding: 7bit
Content-Type: text/html; charset=”Windows-1251″
Date: Tue, 24 Apr 2007 20:43:46 -0500 [25/04/2007 03:43:46 CET]
Delivered-To: nome.cognome@vostra.posta
From: “Poste Italiane” <info@poste.it>
MIME-Version: 1.0
Message-Id: <20070425014856.31AFA13EAB8@vostro-server-di-posta>
Received:
  • from localhost (localhost [127.0.0.1]) by vostro-server-di-posta (Postfix) with ESMTP id 8DD6813EABB; Wed, 25 Apr 2007 03:49:22 +0200 (CEST)
  • from vostro-server-di-posta ([127.0.0.1]) by localhost (vostro-server-di-posta [127.0.0.1]) (amavisd-new, port 10024) with ESMTP id ZDLm7biNkSMC; Wed, 25 Apr 2007 03:49:22 +0200 (CEST)
  • from mail.com (unknown [63.161.207.222]) by vostro-server-di-posta (Postfix) with SMTP id 31AFA13EAB8; Wed, 25 Apr 2007 03:48:56 +0200 (CEST)
Reply-To: <info@poste.it>
Return-Path: <info@poste.it>
Subject: Poste Italiane
To: undisclosed-recipients: ;
X-MSMail-Priority: High
X-Mailer: Microsoft Outlook Express 6.00.2600.0000
X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000
X-Original-To: nome.cognome@vostra.posta
X-Virus-Scanned: amavisd-new at vostro-sever-di-posta
Priorità: Priorità alta 1
Parte(i):
1 senza nome [text/html] 3,26 KB Scarica
Intestazioni: Mostra Intestazioni Limitate

Con un click su Mostra Intestazioni Limitate (la traduzione in lingua italiana di questo software per gestire un client di posta elettronica non è al meglio, sembra essere dovuta anche questa al risultato ottenuto con un traduttore istantaneo di vocaboli; semmai Mostra Intestazioni Compatte) si ritorna alla sola visualizzazione dell’intestazione dell’e-mail, il mittente, il destinatario, l’oggetto e il contenuto.

Ecco, un’altra e-mail di phishing.


Confirmare i dati del Suo conto Online Banking

Martedì 17 febbraio 2009, 22:12

Da:

Aggiungi mittente alla Rubrica

A:
destinatari non divulgati


Abbiamo identificato da poco tempo che diversi computer si sono stati collegati al Suo conto Online Banking e sono stati presenti molteplici errori di parola prima del collegamento. Adesso e’ necessario che Lei ci riconfermi le informazioni del Suo presente conto.

Se non riceviamo le informazioni entro il 17 martedì 2009, saremo costretti a sospendere il Suo conto per un periodo indefinito, come se fosse stato usato in scopi fraudolenti. La ringraziamo per la Sua cooperazione in questo problema.

Per confirmare i dati del Suo conto Online Banking cliccare sul seguente link:
https://titolari.cartasi.it/portal/server.pt

La ringraziamo per la Sua pazienza riguardando questo inconveniente.

Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. – P.IVA 04107060966

Per assistenza tecnica: numero verde 803.160 (segui le istruzioni della guida vocale e scegli l’opzione Servizi Internet) ..

Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. – P.IVA 04107060966.


Con Yahoo E-mail è sufficiente un click con il mouse su Intestazioni complete per avere conferma o meno della veridicità dell’ e-mail nella casella di posta. Il messaggio arriva da mailsrv.smc-norge.no, che non ha niente a che fare con cartasi.it. Confirmare: sarà un italiano, un norvegese oppure un italiano che parla norvegese, con nickname MAILSRVAztxc1o8yfog00000e3f appartenente al dominio @mailsrv.smc-norge.no, e scrive in lingua italiana grazie a un traduttore online?


Confirmare i dati del Suo conto Online Banking

Martedì 17 febbraio 2009, 22:12
From CartaSi S.p.A Tue Feb 17 21:12:05 2009


Return-Path: <cartasi_informa@cartasi.it>
Authentication-Results: mta180.mail.mud.yahoo.com from=cartasi.it; domainkeys=neutral (no sig); from=cartasi.it; dkim=neutral (no sig)
Received: from 195.1.43.242 (EHLO mailsrv.smc-norge.no) (195.1.43.242) by mta180.mail.mud.yahoo.com with SMTP; Tue, 17 Feb 2009 13:17:46 -0800
Received: from User ([24.155.95.181]) by mailsrv.smc-norge.no with Microsoft SMTPSVC(5.0.2195.6713); Tue, 17 Feb 2009 22:09:11 +0100
From:
“CartaSi S.p.A”<cartasi_informa@cartasi.it>

Aggiungi mittente alla Rubrica

Subject: Confirmare i dati del Suo conto Online Banking
Date: Tue, 17 Feb 2009 15:12:05 -0600
MIME-Version: 1.0
Content-Type: text/html; charset=”utf-8″
Content-Transfer-Encoding: 7bit
Bcc:
Return-Path: cartasi_informa@cartasi.it
Message-ID: <MAILSRVAztxc1o8yfog00000e3f@mailsrv.smc-norge.no>
Content-Length: 1681
Intestazioni compatte

Abbiamo identificato da poco tempo che diversi computer si sono stati collegati al Suo conto Online Banking e sono stati presenti molteplici errori di parola prima del collegamento. Adesso e’ necessario che Lei ci riconfermi le informazioni del Suo presente conto.

Se non riceviamo le informazioni entro il 17 martedì 2009, saremo costretti a sospendere il Suo conto per un periodo indefinito, come se fosse stato usato in scopi fraudolenti. La ringraziamo per la Sua cooperazione in questo problema.

Per confirmare i dati del Suo conto Online Banking cliccare sul seguente link:
https://titolari.cartasi.it/portal/server.pt

La ringraziamo per la Sua pazienza riguardando questo inconveniente.

Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. – P.IVA 04107060966

Per assistenza tecnica: numero verde 803.160 (segui le istruzioni della guida vocale e scegli l’opzione Servizi Internet) ..

Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. – P.IVA 04107060966.

 


 

Anche il colosso IBM si è appoggiato a un traduttore istantaneo di vocaboli per analizzare il phishing o lo spamming su internet e dedurre la lingua di provenienza?

Italiani che non conoscono la propria lingua?ultima modifica: 2009-02-19T14:29:00+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento