Treni eurostar: velocissimi di vecchia concezione.

Fonte.

» 2009-01-25 09:57
Si spezza Eurostar Napoli- Bologna
Per Fs e’ possibile il dolo, c’era freno d’emergenza azionato
eurostar_spezza-d52af23034c216345acf622cbcba28ba.jpg (ANSA) – ROMA, 25 GEN – Un Eurostar Napoli-Bologna, dopo essersi fermato per verifiche tecniche all’altezza di Anagni, si e’ spezzato tra la 6/a e la 7/a carrozza. La notizia e’ stata resa nota Raniero Casini della segreteria nazionale del Sindacato dei lavoratori (Sdl) che ribadisce ‘la convinzione che i treni non abbiano la necessaria manutenzione’. Secondo le Ferrovie dello Stato l’incidente non e’ stato casuale: ‘i macchinisti hanno individuato nell’ultima carrozza il freno di emergenza indebitamente azionato’.

Eurostar, treni, diconsi, ad alta velocità con il compito di avvicinare le città; Napoli-Roma in trenta minuti e Roma-Milano in meno di tre ore e mezza tra non molto tempo. Alla faccia del trasporto aereo è meno inquinante, ammesso che l’energia necessaria venga fornita da impianti di produzione di energia elettrica come le centrali a fusione nucleare -dimenticavo, meno soldi alla ricerca universitaria e meno corsi di assoluta eccellenza contro una scolarizzazione basta su materie di cultura generale per tutti ritarderanno la messa a punto di queste centrali pulite e sicure; è

La tecnologia utilizzata permette di raggiungere velocità elevate, prevedere sistemi di sicurezza lungo i binari e comfort sicuro ai passeggeri. Nella notizia ANSA non si deve mettere in rilievo tanto la possibile assenza di manutenzione per gli Eurostar -manutenzione da farsi più frequentemente e con maggior oculatezza che non sui treni standard- quanto un errore di progettazione in piena regola. In effetti, aver tirato il freno a mano nell’ultima carrozza mette i luce che la parte anteriore del treno continuava a tirare le carrozze a più di 300 chilometri all’ora mentre l’ultima cercava di fermarsi: in queste condizioni i giunti, che tengono insieme le varie carrozze, risultano essere soggetti a stress elevati che potrebbero portare a spezzarli, com’è avvenuto. La tecnologia avrà anche permesso di arrivare a velocità elevate ma niente di più: nessun segnale fornisce al motore e al suo controllo che il freno di emergenza è stato tirato e che il treno dovrebbe in realtà non continuare la sua corsa ma tendere a fermarsi nel più breve tempo possibile; questa assurdità viene confermata dal fatto che i macchinisti hanno individuato il freno di emergenza azionato grazie a un sopralluogo: l’azionamento del freno di emergenza sarebbe dovuto necessariamente essere visualizzato sul pannello di controllo della cabina di pilotaggio!

Treni eurostar: velocissimi di vecchia concezione.ultima modifica: 2009-01-25T10:43:17+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento