Aviaria, atto secondo.

Fonte.

» 2009-01-20 18:30
Aviaria: Cina, si teme nuova epidemia
Gia’ tre vittime dall’inizio dell’anno
aviaria_cina-1cac598234a3ac9c69d31335dacc33b2.jpg (ANSA)- PECHINO, 20 GEN -Timori per una nuova epidemia di aviaria in Cina dopo l’annuncio della morte di un ragazzo di 16 nella provincia centrale dell’Hunan. Il totale delle vittime dall’inizio dell’anno sale cosi’ a tre mentre una bambina di due anni, la cui madre e’ morta nel 2008, e’ ricoverata in gravi condizioni. La ricomparsa dell’aviaria viene nel momento sbagliato. Milioni di persone sono in viaggio per andare a passare in famiglia il Capodanno Lunare, che si celebra la prossima settimana.

Che le migrazioni favoriscano la diffusione di malattie, anzi ne siano il veicolo preferito è come scoprire l’acqua calda. Le malattie contratte dagli indios americani da parte degli invasori spagnoli è cosa risaputa; probabilmente, sarà anche la causa del batterio che causa in Sardegna il diabete di tipo 1, quello insulinodipendente, per il 70% dei casi di diabete 1 tra la popolazione. Che nel terzo millennio non si siano ancora recepiti nel dna, dopo averli riscontrati e capiti come detto poc’anzi, è assurdo: pare che la negligenza o la sufficienza nell’affrontare i problemi per poterli risolverli sia divenuta una costante del nuovo millennio; è un pò come il problema dell’ambiente per l’Italia: perché preoccuparci di problemi ambientali dell’Antartide o dell’Australi così lontani?

Come l’aviaria colpì il Canada per i frequenti contatti con l’Asia, così dovremmo aspettarci a causa del Capodanno Lunare? Speriamo di no! 

E l’Organizzazione Mondiale della Sanità che cosa fa? Redige tabelle statistiche su dati già avvenuti oppure si serve di queste tabelle per provvedere nell’immediato futuro? 

Aviaria, atto secondo.ultima modifica: 2009-01-20T20:53:00+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento