Chirurgia: poca pratica di base?

Fonte.

» 2009-01-15 19:16
Chirurgia, con checklist meno morti
Studio Oms, grazie a elenco cose da fare – 40% decessi
chirurgia_checklist-9d63eef545e6f7140728cc391d1d3820.jpg (ANSA)- ROMA, 15 GEN -Con una semplice lista delle cose da fare per chi opera le morti negli interventi chirurgici importanti calano del 40%. Lo ha dimostrato la lista elaborata dall’Oms sperimentata negli ospedali di otto citta’ del mondo. Secondo lo studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine, anche le complicazioni calano di un terzo. La checklist e’ fatta da una singola pagina che si compila nel giro di pochi minuti e si concentra sulle buone pratiche base.

O in queste otto città del mondo la chirurgia è da terzo mondo -ma non è detto poiché esistono medici volontari molto bravi- oppure le buone pratiche mediche di base per affettuare interventi chirurgici sono solo teoria insegnata e basta. Una checklist sulle cose da fare e la mortalità operatoria diminuisce del 40%? Cioè: l’intervento chirurgico significa andare in sala operatoria e basta? Non si dedicano nemmeno pochi minuti per fare il punto della situazione prima dell’intervento chirurgico?

Come mai questa situazione non succede quando vengono divulgati i passi da gigante in medicina? Forse, perché in questi casi è necessario prepararsi con molta cura e dedizione: che esista solo sufficienza per gli interventi operatori giornalieri di routine?

Chirurgia: poca pratica di base?ultima modifica: 2009-01-16T09:16:56+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento