In quanti contribuiranno a far crescere il Pil nel 2010?

Fonte.

» 2008-12-16 11:22
Crisi: biennio 2009- 2010 recessione
Nel 2009 ci saranno 600 mila posti di lavoro in meno
recessione_biennio-296f13a26c22781ee528e57baae81a89.jpg (ANSA) – ROMA, 16 DIC – Per la prima volta nel dopoguerra l’Italia vivra’ nel 2008 e 2009 un biennio di recessione. Lo stima il Centro studi di Confindustria. Il Pil diminuira’ dello 0,5% quest’anno e dell’1,3% nel 2009. La ripresa comincera’ a farsi vedere solo alla fine dell’anno prossimo segnando poi nel 2010 un +0,7%. Secondo il Centro studi di Confindustria secondo il quale tra il secondo trimestre del 2008 e la seconda meta’ del 2009 si avra’ una perdita di 600 mila posti di lavoro.

Laddove i guru in economia sostengono che in tempi di crisi economica occorre aumentare la spesa pubblica e pensare  strategie di intervento nel mondo del lavoro che si attuino con successo a fine crisi, in Italia si è operato con pesanti tagli ovunque a pioggia.

Laddove i guru in economia sostengono che occorre tagliare la spesa pubblica quando vi è rigogliosità economica e crescita del Pil, l’Italia non ha anccora previsto come e con che cosa rilanciare il proprio mercato del lavoro alla fine dell’attuale crisi economica, mentre altre nazioni prenderanno politiche di intervento a favore del clima e nelle nuove tecnologie per la produzione di energia da fonti alternative.

Come si può prevedere un aumento del Pil dello 0.7% -peraltro molto esiguo dopo un biennio di profonda crisi economica, visto che alla fine del 2009 almeno questi 600 mila dovranno trovare posti di lavoro- nel 2010 senza aver preso interventi di rilancio economico? Sfera di cristallo?

Prevederanno…sarà…ma due anni addietro oppure all’inizio del 2008 la stera di cristallo era in riparazione dal meccanico? 

In quanti contribuiranno a far crescere il Pil nel 2010?ultima modifica: 2008-12-16T11:46:00+01:00da blog2blog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento